Resoconto 24 Ore virtual run

In tempi di gare virtuali poteva mancare una 24 h a staffetta?  Assolutamente no!

Allora ecco che tre soci fdp decidono di organizzarne una definendo un regolamento che soddisfi pochi e semplici requisiti:
– Quota d’iscrizione, minimo 25 €, da donare all’ospedale Papa Giovanni XXIII;
– Correre nel rispetto delle regole di distanziamento in vigore;
– Passaggio del testimone, da effettuarsi con una chiamata allo/a staffettista che segue nella lista precedentemente stabilita, in modo che ci sia comunque un contatto umano e non unicamente virtuale;
– Inviare una foto alla chat di gruppo, che mostri il gps con il tempo impiegato ed i km percorsi, ed un selfie al termine della propria sessione di corsa;
Ben 19 soci hanno risposto all’appello; di questi, 4 hanno corso 2 ore di fila mentre una sola socia (Alice) 2 ore non consecutive.
Per quanto riguarda la mia esperienza, devo dire che è stata davvero bella, soprattutto per quanto concerne la corsa in se stessa. Passare per le vie del paese, sempre nel raggio d’azione consentito dalle leggi attuali, quando ormai era buio, in assenza quasi assoluta di auto ed incrociando solo lepri selvatiche, è stato emozionante.
Anche se devo ammettere che, purtroppo, il lamento delle sirene in lontananza mi ha fatto ritornare velocemente alla difficile quotidianità che stiamo vivendo.
Credo che lo sport faccia assaporare sempre sensazioni uniche, ancora di più in questo periodo in cui, tutti, sentiamo la necessità di un po’ piu’ di carica per affrontare i momenti grigi o quantomeno distogliere il pensiero da quanto sta accadendo.
La staffetta si è svolta senza intoppi e, seppure a distanza,  tutti ci siamo divertiti.
Le sorprese non sono finite: seguiranno informazioni per il prossimo appuntamento, dunque continuate a seguirci su questi canali.
Per i Fò di Pe
Gigione

 

1 commento a "Resoconto 24 Ore virtual run"


Lascia un commento